Azienda Agricola Di Meo
  • Home

    MONTEFUSCO E SANTA PAOLINA

     
    Areale DOCG Greco


La zona del Greco di Tufo è la più piccola delle tre DOCG irpine per estensione geografica, ma è al contempo la più produttiva.


Si sviluppa interamente fra le ripide colline di 8 comuni della Valle del fiume Sabato, tra cui il piccolo borgo di Tufo che, prima di diventare il fulcro di una delle denominazioni bianche più conosciute d’Italia, è stato uno dei più importanti centri minerari di estrazione dello zolfo del centro-sud.


La mineralità sulfurea e la spiccata acidità sono i tratti più rappresentativi dei vini realizzati in quest’area, caratterizzata dalla presenza di ripidi pendii, terreni argilloso-calcarei di origine vulcanica e vigne piuttosto frazionate, distribuite tra i 300 e i 700 metri s.l.m..


Le uve utilizzate per il Greco di Tufo DOCG Di Meo (tra i TOP 100 di Wine Spectator nel 2017), sono coltivate a Santa Paolina, in un vigneto impiantato nel 2007 a 480 metri s.l.m., su un terreno molto vario, prevalentemente argilloso.


Le uve per la produzione del Greco di Tufo DOCG Vittorio provengono, invece, da un soleggiato vigneto di 750 metri s.l.m., situato su acclivi terreni argilloso-calcarei, nel comune di Montefusco.


vitigni coltivati: Greco

densità di impianto (ceppi/ha): 4.000 (Santa Paolina) e 3500 (Montefusco)

sistema di allevamento: Guyot

suolo: argilloso-calcareo

esposizione:: Nord-Ovest (Santa Paolina) e Nord-Est (Montefusco)

altitudine:: 480 metri (Santa Paolina) s.l.m. e 750 metri s.l.m. (Montefusco)

vini prodotti:

 - Greco di Tufo DOCG
 - Greco di Tufo DOCG Vittorio



  • Montefusco e Santa Paolina
  • Montefusco e Santa Paolina
  • Montefusco e Santa Paolina
  • Montefusco e Santa Paolina
  • Montefusco e Santa Paolina